In manette la sorella e il nipote di Matteo Messina Denaro – Video

    0
    955

    Colpo al clan mafioso di Matteo Messina Denaro, il boss numero uno di Cosa Nostra, condannato all’ergastolo per le stragi del 1993 ma tutt’ora latitante. Una grossa operazione condotta in provincia di Trapani da parte di polizia, carabinieri, guardia di finanza e Direzione investigativa antimafia (Dia) ha portato all’arresto di 30 esponenti di spicco del clan, tra cui alcuni familiari del boss: tre cugini, il nipote Francesco Guttadauro e la sorella Anna Patrizia.
    Quest’ultima in particolare, secondo gli inquirenti, «era il raccordo con i mafiosi detenuti». Inoltre la sorella avrebbe estorto 70mila euro ad una donna, che li aveva ereditati dopo il decesso della madrina di battesimo della stessa sorella del padrino di Castelvetrano. Nell’ambito dell’operazione sequestrati beni per 5 milioni di euro costituiti da società operanti proprio nel settore dell’edilizia.